Indietro

"Io indagato? Non esiste, non scappo"

Luca Lotti

Così il ministro allo sport Lotti commenta la notizia riportata dal Fatto Quotidiano di un'indagine a suo carico per favoreggiamento e fuga di notizie

ROMA — Stando a quanto riportato dal quotidiano di Marco Travaglio, Luca Lotti, storico braccio destro di Matteo Renzi e ministro allo sport nel governo Gentiloni, sarebbe indagato per rivelazione del segreto d'ufficio e favoreggiamento nell'ambito dell'inchiesta della procura di Napoli su un giro di corruzione nella Consip, la società del Ministero dell'economia che svolge attività di consulenza, assistenza e supporto alle pubbliche amministrazioni per gli acquisti di beni e servizi. L'attuale amministratore delegato della Consip è Luigi Marroni, ex assessore alla salute della Regione Toscana. Nel filone principale dell'inchiesta sono indagati per corruzione un imprenditore napoletano e un dirigente della Consip. Lotti, secondo il Fatto Quotidiano, sarebbe invece indagato in un altro filone dell'inchiesta insieme a due alti esponenti dell'Arma dei Carabinieri.

Venuto a conoscenza dell'articolo pubblicato sul Fatto Quotidiano, Lotti ha scritto su Facebook le sue prime reazioni. Ecco il testo:

"Dopo settimane di lavoro molto intenso tra referendum, crisi di governo e primi passi del nuovo impegno come ministro mi ero preso un giorno di ferie per la prima recita di Gherardo, mio figlio.

Oggi però un giornale scrive che sarei indagato per rivelazioni di segreto d'ufficio in una inchiesta che vedrebbe indagato persino il Comandante generale dell'Arma dei carabinieri. È una cosa che semplicemente non esiste. Inutile stare a fare dietrologie o polemiche.
Sto comunque tornando a Roma per sapere se la notizia corrisponde al vero e, in tal caso, per chiedere di essere sentito oggi stesso. È una cosa che non esiste e non ho voglia di lasciarla sospesa.

Noi non scappiamo dalle indagini: siamo a totale disposizione di ogni chiarimento da parte dell'autorità giudiziaria.
La verità - del resto - è più forte di qualsiasi polemica mediatica e non vedo l'ora di dimostrarlo.

Buon Natale a tutti"

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it