Indietro

LA RISPOSTA E (') L'ASCOLTO — il Blog di CHARLIE telefono amico

CHARLIE telefono amico

Charlie è un telefono, un punto di ascolto gratuito e anonimo, che, sin dall’aprile del 1990, ha raccolto le confidenze di chi, forse in un momento di sofferenza o di particolare solitudine, ha sentito il bisogno di aprirsi con qualcuno. Charlie risponde tutte le sere, dal lunedì al venerdì, dalle ore 19 alle ore 24 al numero verde 800 863096. Per scriverci non dovrete far altro che recarvi all’indirizzo http://www.pianetacharlie.it/FORM.php. È fondamentale che in tutto quello che inviate venga rispettato il vostro anonimato.

​Come dire ai miei figli che ho un'altra compagna?

. — Filippo, un architetto di 45 anni, ci scrive questa mail:

Sono divorziato da ormai cinque anni dalla mia ex moglie. Insieme a lei ho avuto due figli, di 10 e 7 anni. Ho cercato di mantenere con loro un buon rapporto padre-figli, di rimanere presente nei momenti importanti della loro crescita, mettendo da parte il rancore che provo nei confronti della loro madre. Li vedo a fine settimana alternati e ogni tanto durante la settimana. Posso comunque dire di aver raggiunto un buon equilibrio. Li vedo felici, nonostante i genitori non vivano più sotto lo stesso tetto e non si amino più. Da circa due anni ho una relazione che è diventata sempre più importante e solida con una donna eccezionale, Francesca. Da 6 mesi conviviamo, ma quando i miei figli stanno da me, Francesca torna a casa sua. Infatti, per la paura di ferirli, non sono riuscito a dirgli che sono innamorato di una donna che non è la loro madre. Loro hanno conosciuto Francesca, ma soltanto in veste di mia amica. Tuttavia temo che crescendo possano capire quello che gli sto nascondendo e si sentano traditi. D’altra parte ho paura che non la accettino e si crei una rottura. Qual è il modo giusto per raccontagli la verità senza che si allontanino da me?

Caro Filippo, la preoccupazione di ferire i tuoi figli e la paura che provi nel rompere il buon equilibrio che hai creato con loro sono sentimenti tipici del mestiere di genitore. Sarebbe così anche se la tua famiglia fosse rimasta unita, lo è adesso a maggior ragione: un divorzio pone ulteriori dubbi e domande su come gestire un contesto familiare reso ancor più delicato.

Ci sembra di capire che il tuo obiettivo sia il bene dei tuoi figli e la loro serenità e questo è un punto di partenza fondamentale. Come hai tu stesso accennato, un buon rapporto si fonda necessariamente sulla reciproca sincerità. Infatti i figli, anche piccoli, possono intuire dai comportamenti la presenza di segreti o di cose non dette e, pur non cogliendo concretamente l’oggetto di tanto mistero, possono avvertire nel clima che li circonda la mancanza di tranquillità. Questo dimostri di saperlo già e infatti la domanda che ci poni è su come poter presentar loro la verità senza turbarli. In realtà non esiste una formula magica. Esiste, semmai, un modo che è quello di di parlargli apertamente di quello che si prova, accettando la possibilità di eventuali rimostranze e di altre dimostrazioni di disagio, che vanno affrontate con empatia, facendo sì che si sentano comunque tutelati e protetti.

Mantenere un clima di fiducia e procedere con una conoscenza graduale della propria partner, rispettando i loro tempi e senza forzature, potrebbe essere un modo per indurre i tuoi figli a fidarsi di Francesca e perché no anche ad affezionarsi. 

CHARLIE telefono amico

Articoli dal Blog “La risposta e (') l'ascolto” di CHARLIE telefono amico

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it