Indietro

Aeroporti, si dimettono 4 consiglieri di Sat

Il giorno dopo le dimissioni di parte del cda dello scalo di Peretola, lasciano anche 4 membri del consiglio di amministrazione del Galilei di Pisa

Si tratta di Andrea Nuti, Vando D'Angiolo, Raffaele Madonna e Alfredo Cariello, che non hanno motivato la loro decisione così come non lo hanno fatto ieri a Firenze l'ormai ex ad di Adf Mauro Pollio con altri tre colleghi del cda.
Anche nel caso dell'aeroporto pisano, il movimento al vertice è riconducibile all'acquisizione del 23,4% delle quote della società da parte del gruppo argentino Corporacion America di Eduardo Eurnekian. Corporacion America ha lanciato un'Opa sia su Adf  che su Sat con l'obiettivo di conquistare la maggioranza delle quote di entrambi gli scali.
Sulla questione aeroporti toscani, è intervenuto il consigliere regionale Mauro Romanelli (gruppo misto) annunciando un'interrogazione sulla disdetta dei contratti integrativi del personale dell'handling del Vespucci.
''Mentre gran parte della politica locale festeggia lo sbarco in Toscana della multinazionale argentina - dice Romanelli - Adf ha disdetto con una sbrigativa email i contratti integrativi applicati a Peretola dal 1987 ad oggi''. ''Una scelta ingiusta e irricevibile - continua Romanelli - con quale la società scarica tutti gli oneri sui dipendenti, tagliando il salario, per tutelare gli equilibri finanziari dell'azionariato''. Romanelli chiede quindi alla Regione di fare la sua parte annullando la disdetta degli integrativi ''visto il silenzio-assenso del Comune di Firenze''.
Molto critica sull'atteggiamento tenuto in tutta l'operazione dalla Regione Toscana la capogruppo della Federazione della Sinistra-Verdi in consiglio regionale Monica Sgherri, uscita dalla maggioranza la scorsa settimana dopo la decisione del governatore Rossi di 'licenziare' dalla giunta Salvatore Allocca.
''Allineata la giunta regionale ai voleri di Renzi - dice Sgherri - ora si passa ad allineare i contenuti. Rossi dice che sarà Eurnekian a trovare gli equilibri fra il Vespucci e il Galilei, mettendo le decisioni  in mano a chi nella sua mission ha il profitto e non la tutela del diritto di abitare decorosamente''. ''Insomma - conclude Sgherri - Come nelle matrioske Rossi si adegua a Nardella (leggi Renzi) e tutti e due lasciano decidere al privato''.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it