Indietro

Truffati in 200 col pellet pagato e mai consegnato

pellet

I finanzieri di Prato hanno smascherato l'attività messa in piedi da madre e figlio del Cosentino: bonifici incassati ma ai clienti non arrivava nulla

PRATO — Sono oltre 220 i clienti truffati in Toscana e nelle regioni limitrofe che, dopo aver pagato la fornitura di pellet concordata con una società pubblicizzata su giornali e social network, sono rimasti a bocca asciutta senza ricevere la merce che credevano di aver acquistato. La truffa è stata scoperta dai finanzieri di Prato nell'ambito di un'inchiesta aperta dalla procura pratese.

Da quanto emerso, le indagini hanno portato a una società con sede in Calabria e unità locale a Prato gestita da madre e figlio originari del Cosentino e, a quanto pare, già gravati da precedenti di polizia per ricettazione e truffa. A fronte di oltre un migliaio di operazioni in entrata, per un totale di oltre 400.000 euro in soli cinque mesi di attività, sono a quanto pare corrisposti acquisti di merce per circa poche decine di migliaia di euro. I soldi che finivano sul conto erano, sempre secondo la ricostrzione, prelevati e fatti sparire rapidamente. Con buona pace dei clienti che non ricevevano la merce acquistata. 

Alla luce delle indagini, il tribunale di Cosenza ha dichiarato il fallimento della società. 

L'attenzione sul caso è stata accentuata dal gruppo social creato dai clienti truffati sui social network.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 0620787048
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it