Indietro

Ballottaggi, i sentimenti contrastanti del Pd

Antonio Mazzeo e Nicola Danti

Parrini, Mazzeo e Danti: "I risultati nazionali non sono positivi ma in Toscana il Pd vinto in quattro Comuni con più di 15mila abitanti su sei"

FIRENZE — A poche ore dallo scrutinio dei ballottaggi delle amministrative 2017 che hanno decretato a livello nazionale l'affermazione dei candidati a sindaco del centrodestra, il Pd Toscana commenta in una nota i risultati locali.

“Sul turno di elezioni amministrative di ieri e di due domeniche fa svolgeremo nei prossimi giorni analisi approfondite ma appaiono sempre più decisivi i fattori locali - ha scritto il segretario del Pd Toscana Dario Parrini in una nota - Contano anche, ovviamente, le qualità degli avversari che ti trovi di fronte, che non sono dappertutto uguali. Nelle comunali si vota al novanta per cento su queste cose, altrimenti non si capisce, per fare degli esempi tratti dalla Toscana, come mai si perde a Pistoia che ha tradizioni di sinistra e si vince a Lucca che ha una storia molto diversa; come mai si vince a Camaiore e si perde a Forte dei Marmi che gli sta accanto; come mai si perde a Serravalle Pistoiese e si vince a Quarrata che gli sta accanto; come mai si vince a San Marcello Piteglio e si perde ad Abetone Cutigliano che gli sta accanto". 

"E' innegabile che i risultati di ieri e dell'11 giugno hanno avuto un peso, sia sulla dimensione del non voto che sulla distribuzione dei consensi, fattori tipicamente nazionali - prosegue Parrini - Ne indico uno in particolare: il livello eccessivo delle frizioni e dei contrasti a sinistra. La polemica e il conflitto continuo disorientano e spingono una parte di cittadini lontano da noi. La scissione e la incessante opera di demonizzazione del Pd portata avanti da alcuni settori della sinistra che formalmente fanno parte insieme a noi della stessa maggioranza di governo hanno disorientato e creato un disagio che sarà riassorbibile solo dando meno spazio alle questioni astratte e più spazio alla costruzione di un rapporto di maggiore sintonia coi cittadini e di un forte e credibile progetto concreto di trasformazione moderna dell'economia e della società nel segno dell'equità e della lotta alle disuguaglianze, dello sviluppo, della solidarietà, della legalità, dell'equilibrio permanente tra diritti e doveri di cittadinanza”.

"In certe serate il sentimento non può che essere duplice e contrastante - dichiarato invece il vicesegretario Pd Toscana Antonio Mazzeo e il portavoce del Pd Toscana Nicola Danti - A fronte di risultati nazionali non certo positivi, in Toscana a consuntivo il Pd ha vinto in quattro dei sei comuni sopra i 15mila abitanti che andavano al voto e il ballottaggio ci porta anche una buona notizia tutt'altro che scontata". 

"La vittoria di Lucca ci conferma infatti al governo di una città che per tanti anni è stata in mano alla destra e premia il grande lavoro che, specialmente nelle ultime settimane, abbiamo messo in piedi sul territorio per spiegare quante e quali fossero le differenze tra la nostra proposta e quella degli avversari - proseguono Danti e Mazzeo - D'altro canto la sconfitta di Pistoia fa male, tanto. È evidente che il logoramento del rapporto tra amministrazione comunale e città ha superato di gran lunga il livello di guardia. Il lavoro fatto nelle ultime due settimane non è bastato a modificare questo dato di fatto. Di fronte a un risultato così pesante, l'analisi di cosa non ha funzionato nel governo della comunità dovrà essere senza sconti". 

"Certo, in una regione storicamente di centrosinistra come la nostra mi pare anche abbastanza chiaro che la scissione ha disorientato qui più che altrove - sottolineato i vertici del Pd Toscana - E il risultato di Carrara, dove le divisioni interne al centrosinistra sono state gravi e profonde, al punto che tanti pezzi della passata amministrazione hanno preferito sostenere il candidato del M5S, ne è una riprova ulteriore, per di più in un territorio dove una crisi economica e sociale più forte che altrove in Toscana ha acuito il malessere e il desiderio di cambiamento a livello amministrativo".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 0620787048
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it