Indietro

Aferpi, rassicurazioni su stipendi e tredicesima

Lo fa sapere il presidente Enrico Rossi a seguito di un colloquio con il commissario Nardi dopo il pignoramento dei conti di Aferpi

PIOMBINO — Arrivano dal commissario Nardi e dalla Regione delle rassicurazioni in merito al pagamento degli stipendi del lavoratori Aferpi. Una notizia attesa, soprattutto a seguito del provvedimento che aveva portato al pignoramento dei conti di Aferpi per il mancato pagamento di una penale (leggi l'articolo correlato).

"Il commissario della ex Lucchini Piero Nardi mi ha comunicato che, a partire da oggi, è in attesa della dichiarazione di conclusione dell'iniziativa di pignoramento dei conti correnti del gruppo Aferpi. A seguito di questa dichiarazione, il conto corrente che dovrebbe consentire di pagare gli stipendi ai lavoratori dovrebbe essere sbloccato". Parole del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi che nella mattinata ha sentito il commissario Nardi proprio per approfondire la questione. 

"L'iniziativa del pignoramento è stata automatica. - ha aggiunto - Non avendo il gruppo Aferpi rispettato gli impegni produttivi, è stato lo stesso commissario, lo scorso settembre, ad inviare una lettera di precetto con richiesta di pagamento delle penalità previste dal contratto; vale a dire: 3 milioni di euro più 1 milione e mezzo, per complessivi 4 milioni e mezzo".

A questo punto, come ha tenuto a precisare il presidente Rossi, sarebbe auspicabile arrivare il più rapidamente possibile alla rescissione del contratto e che ancor più rapidamente individuare uno o più imprenditori in grado di fare un'offerta adeguata alla ripresa produttiva.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it