Indietro

Giornata di sciopero per i lavoratori portuali

Braccia incrociate per 24 ore. Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti hanno sottolineato "il caro prezzo pagato da Livorno e Piombino”

LIVORNO — Giornata di sciopero per i lavoratori portuali. L'iniziativa di caratura nazionale è stata indetta da Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, prevede uno sciopero di 24 ore e mira a chiedere il rinnovo del Contratto collettivo nazionale, per i diritti, contro l'autoproduzione, per la sicurezza.

"La portualità italiana sta attraversando un momento di grande vulnerabilità. - ha riferito in una nota la segreteria generale Filt-Cgil provincia di Livorno - La fase di stallo del negoziato per il rinnovo del Contratto collettivo nazionale dei porti e la distanza tra le diverse sensibilità tra le parti appare come un tentativo di destrutturare pezzo dopo pezzo l’attuale sistema regolatorio del mercato del lavoro. La totale assenza di una regia nazionale da parte del Ministero dei trasporti - ha aggiunto - sta generando una portualità divisa e senza strategia comune, alla mercé delle compagnie armatoriali che hanno conquistato gran parte dei terminal italiani, esponendo i nostri porti e quindi i lavoratori a grandi incertezze. Il controllo superficiale dei criteri autorizzativi del mercato delle imprese, la scarsa vigilanza sui requisiti minimi nel mercato del lavoro e sull'autoproduzione delle operazioni portuali, la gestione delle autorizzazioni/concessioni, la destrutturazione degli uffici del lavoro portuale nelle Autorità di sistema portuale, la mancata applicazione dei protocolli alla sicurezza sono un chiaro segnale della volontà di indebolire il settore, e il prezzo più caro lo pagano i lavoratori".

Per i sindacati l'esempio dei porti di Livorno e Piombino è calzante, aggravata dalla situazione che ha portato alla sospensione dei vertici della Autorità di Sistema portuale e al commissariamento della Autorità di Sistema del Mar Tirreno Settentrionale.

La giornata di sciopero coincide con l'edizione annuale dell'Espo-conference, il conclave che riunisce le Autorità portuali di tutta Europa. "Ci sembra un’ottima occasione per portare all’attenzione i temi esposti", hanno concluso.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 0620787048
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it