Indietro

Un'Unione "più rosa" con l'elezione di Parrella

A Santa Maria a Monte, con le neoelette sindaco e vicesindaco, arriva un cambiamento di rotta anche sulle politiche di genere

SANTA MARIA A MONTE — Chi l’ha acclamata, chi criticata, chi snobbata. Certo è che Parrella ha vinto. Le elezioni amministrative di lunedì scorso hanno messo al vertice del comune di Santa Maria a Monte due donne: Ilaria Parrella e Manuela Del Grande. Inoltre il nuovo consiglio comunale, rispetto all’amministrazione uscente, avrà tra le sue fila una donna in più. Per il sindaco la scelta è stata fatta direttamente dagli elettori, ma Del Grande al di là dei molti voti che ha preso, è stata sicuramente aiutata dalla legge sulle quote rosa che per il consiglio comunale, permette agli elettori di dare due preferenze sulla scheda a patto che i candidati siano di sesso diverso. Una regola che non è certo il massimo dell’emancipazionismo, ma sicuramente si è rivelata efficace, visto il boom di donne entrate nei consigli comunali con le elezioni dei giorni scorsi. Alcune volte quindi, il fine giustifica i mezzi. A Santa Maria a Monte quindi, oltre ad un storico cambiamento di rotta sul piano politico, inevitabile sarà anche una diversa attenzione alle politiche di genere visto che le poltrone di sindaco e vicesindaco sono andate a due donne: 

“Le elezioni – ha detto il neosindaco Ilaria Parrella – si sono appena concluse, il gruppo di maggioranza deve ancora suddividersi compiti, ruoli, ambiti e definire dettagliatamente i primi interventi. Sicuramente – ha continuato Parrella – non mancherà l’attenzione alle tematiche di genere, dato che le due cariche più importanti dell’esecutivo comunale sono ricoperte da donne”.

Certo è che se la coppia Parrella-DelGrande peserà sulle scelte di governo in materia di politiche di genere dell’amministrazione comunale di Santa Maria a Monte, l’elezione della socialista si fa sentire anche al di fuori dei confini del Comune della Rocca. Ilaria Parrella sarà infatti il quarto sindaco donna in Valdera. Dopo le prime cittadine Ciampi sindaco di Calcinaia, Mancini sindaco di Chianni e Fais primo cittadino di Terricciola, l’Unione continua a tingersi di rosa e chissà in futuro con le elezioni del 2014, quando si rinnoveranno molti consigli comunali cosa accadrà.

Insomma i tempi cambiano e con quasi cinquant’anni di ritardo rispetto ai paesi del nord Europa e con l'ausilio di una legge, nata proprio per tutelare la rappresentanza femminile in politica, almeno la Valdera comincia ad avvicinarsi allo standard europeo, dove non è difficile imbattersi nelle donne al vertice della catena politica. Insomma, l'elezione di Parrella al di là del colore politico e dell'ideologia, rappresenta da questo punto di vista un altro passo verso una società un po' più civile e consapevole dell’eguaglianza, almeno nei luoghi dove si amministra la cosa pubblica.

Anna Dainelli
© Riproduzione riservata

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it