Indietro

Simoncini, allarme sugli ammortizzatori sociali

L'assessore regionale al lavoro ha scritto ai sindacati: senza cassa integrazione ad agosto si rischia un boom della disoccupazione, fino a un +2%

FIRENZE — Dopo aver inviato all'Inps tutti i decreti relativi alle richieste di cassa integrazione e mobilità in deroga per il 2013 pervenute alla Regione e aver così di fatto dato il via ai pagamenti arretrati per l'anno passato, l'assessore regionale alle attività produttive Gianfranco Simoncini, guarda ora al futuro.

Al 2014 per prima cosa, chiedendo in una lettera ai sindacati di fare pressioni sul Governo affinché vengano messe a disposizione dei territori le risorse per coprire le ore di cassa integrazione in deroga autorizzate per quest'anno e che i lavoratori non hanno ancora riscosso. 

Ma l'attenzione di Simoncini si è concentrata in particolare sul lungo periodo. L'assessore ha scritto la lettera alle rappresentanze sindacali dopo che il ministro al lavoro Giuliano Poletti ha esteso a tutto il territorio nazionale la circolare della Toscana sugli ammortizzatori in deroga, evitando così il paventato blocco del 30 giugno. Un provvedimento necessario, secondo Simoncini, per garantire parità di trattamento a tutte le categorie di lavoratori anche alla luce dell'imminente approvazione del Job Act.
"Non vi può essere una situazione nella quale - ha detto Simoncini - , per alcuni mesi, si vada a determinare un intervento pesante verso alcune categorie di lavoratori, che rischierebbe di determinare alla fine di agosto un forte utilizzo dei licenziamenti e immediatamente l'aumento di uno, due punti di disoccupazione"

Simoncini è tornato poi a chiedere il superamento della logica degli ammortizzatori in deroga che creano disparità tra lavoratori delle aziende grandi e quelli di realtà medio piccole.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it