Indietro

ChiantiBanca, Lega Nord all'attacco di Bini Smaghi

Il portavoce dell'opposizione in Consiglio regionale Borghi ha chiesto di convocare il presidente della banca: "Voci di perdite per 80 milioni di euro"

SAN CASCIANO — Il portavoce dell’opposizione nel palazzo del Pegaso Claudio Borghi Aquilini, responsabile economico della Lega Nord, ha chiesto di convocare in tempi brevi in Consiglio regionale il presidente di ChiantiBanca Lorenzo Bini Smaghi dopo le dimissioni del direttore generale Andrea Bianchi.

“Andrea Bianchi ha lasciato pochi giorni fa la Direzione Generale di Chianti Banca, ufficialmente per motivi professionali personali - ha scritto Borghi in una nota - ma è stato seguito a ruota da cinque consiglieri d’amministrazione dell’istituto. Al netto delle favole che dai palazzi del potere politico-finanziario continuano a raccontarci, la notizia non è del tutto sorprendente se si considera che alcune indiscrezioni di Banca d’Italia sembrano certificare una perdita di 80 milioni di euro per Chianti Banca".

“Stiamo parlando di una banca cresciuta a dismisura in pochissimo tempo a seguito delle acquisizioni di varie banche di credito cooperativo locali e di una parte della rete del Credito Fiorentino di Denis Verdini, che l’hanno portata a essere l’ottava Bcc a livello nazionale - prosegue Borghi Aquilini - Poiché in questo Paese si fa presto a santificare fantomatici deus ex machina purché amici dei “Renzi” di turno, a loro volta prediletti dai poteri internazionali che stanno massacrando sistematicamente l’economia reale italiana, ieri in Aula consiliare ho manifestato la volontà perentoria di chiamare urgentemente in audizione il presidente di Chianti Banca, Lorenzo Bini Smaghi".

"Abbiamo il dovere come opposizione e come rappresentanti degli elettori di fare il possibile e l’impossibile per scongiurare un nuovo Monte dei Paschi - conclude Borghi nella nota - Gli enormi problemi di Mps hanno portato molti correntisti a spostare i risparmi proprio in ChiantiBanca. Attendiamo che il presidente Bini Smaghi si presenti in Aula consiliare regionale a rendere conto ai cittadini del proprio operato e a descrivere la realtà a tutte le forze politiche, in modo che nessuno possa poi dire “non sapevamo, non c’eravamo”.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it