Indietro

Impronte e cellulari tradiscono i banditi

Il commando arrestato dalla Polizia per il tentato assalto a due furgoni sulla A12 è stato smantellato grazie ad alcuni indizi fondamentali

PISA — I dirigenti della squadra mobile e del servizio centrale operativo della Polizia l'hanno definita una banda molto pericolosa, composta da malviventi "pronti a tutto pur di riuscire nel loro intento". Sono otto i membri del commando arrestati dopo quasi un anno di indagini con l'accusa di aver tentato di assaltare due furgoni portavalori sulla A12. 

Il colpo, poi fallito, risale al 30 settembre 2016.

Nel corso dell'inchiesta alcuni indizi raccolti dalla Polizia sono stati risolutivi: il primo è un biglietto autostradale ritrovato su uno dei mezzi utilizzati dai banditi per raggiungere la Toscana dalla Puglia, su cui sono state rilevate le impronte di un pollice destro e di un dito medio sinistro. Poi un cellulare non protetto intestato a uno dei membri della banda a cui, un giorno, è arrivata una chiamata da uno dei cellulari intestati a cittadini stranieri utilizzati dai malviventi per comunicare fra loro senza farsi rintracciare.

"Questa indagine è stata un'importante occasione e noi non l'abbiamo sprecata" ha dichiarato il procuratore di Pisa Alessandro Crini.


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it