Indietro

Scieri, Comune non si costituisce parte civile

Mozione della minoranza respinta, in un eventuale processo ai responsabili per la morte del paracadutista il Comune non si costituirebbe parte civile

PISA — Il corpo di Emanuele Scieri venne trovato il 16 agosto 1999 alla caserma Gamerra di Pisa, tre giorni dopo la morte.

In consiglio comunale la maggioranza di centrodestra ha respinto ieri una mozione ad hoc presentata dal capogruppo di Diritti in comune (Una città in comune, Prc, Possibile), Ciccio Auletta, e sostenuta da tutte le opposizioni, sulla costituzione del Comune come parte civile in un eventuale processo.

Per la morte del parà di Siracusa sono indagati tre militari, paracadutisti. L'accusa è concorso in omicidio volontario. 

Le indagini della procura pisana sono state riaperte dopo il sollecito della Commissione parlamentare d'inchiesta che aveva votato all'unanimità (anche con i voti del centrodestra) la relazione conclusiva, nella quale si individuano reticenze e omissioni nell'accaduto. 

La mozione presentata da Auletta ha ripreso dei pezzi proprio dal testo della Commissione parlamentare.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it