Indietro

Segno più per i ricavi di Michelin

Un primo semestre del 2017 con risultati davvero incoraggianti per la Michelin che adesso punta all'Italia.

PARIGI — La storica società francese ha appena presentato i dati del bilancio di metà anno, con riscontri finanziari molto interessanti sia per vendite nette che utili.

I risultati di Michelin. Per la precisione, le vendite hanno superato quota 11 miliardi di euro, con un incremento di ben sette punti percentuali e mezzo rispetto all’anno precedente; una performance che gli analisti motivano con una serie di concause, come l'aumento dei volumi complessivi, il consolidamento dell’azienda brasiliana Levorin (attiva nella produzione di pneumatici per moto) e gli effetti dei cambi di valute e delle oscillazioni dei prezzi sul mercato.

Tanti segni più. Come dicevamo, anche l'utile netto è in forte aumento, con una crescita del 12 per cento e un assestamento finale che a giugno ha raggiunto gli 863 milioni di euro, mentre i volumi sono aumentati del 4,1 per cento, anche grazie ai grandi acquisti del primo trimestre. La dirigenza Michelin, che ha commentato con ottimismo e soddisfazione i risultati, ha centrato l'attenzione anche sulle buone risposte dei volumi dei segmenti autovetture e light truck, aumentati di 3 punti percentuali, mentre la vendita di pneumatici camion è rimasta stabile.

Obiettivo 2020. È stato l'amministratore delegato della compagnia in persona, Jean-Dominique Senard, a fare il punto sulla situazione, sottolineando innanzitutto che le buone prestazioni della prima metà del 2017 sono ancora più importanti se confrontate con gli ottimi dati del 2016, e soprattutto perfettamente in linea con la roadmap che termina nel 2020. Gli elementi chiave di questo percorso sono innanzitutto l'incremento dei volumi e poi, come dice Senard, "una gestione dei prezzi più stretta, ulteriori miglioramenti dei nostri già competitivi aspetti e l’impegno dei nostri dipendenti nel servire i clienti".

Bene anche nel comparto moto. Per mantenere fede a queste premesse (e promesse), secondo Senard la seconda metà dell'anno dovrebbe proseguire il trend, approfittando anche del miglioramento dei margini derivanti dagli aumenti di prezzo; in generale, a prescindere dalle previsioni meteo invernali, si prevede già un recupero dei mercati della sostituzione, con buone prestazioni anche nei comparti della moto. Ambito in cui la casa francese ha puntato molto negli ultimi anni, come si può vedere nella pagina di Euroimport Pneumatici dedicata alla gamma Michelin, che ha il suo punto di forza nel modello Michelin Pilot Road 4, declinato per moto di categoria Enduro Stradale, Roadster, Sport Touring e Sports.

Cambio di guardia per la comunicazione. Per accrescere la sua quota nei mercati europei, poi, Michelin ha anche annunciato un cambio di rotta nella strategia di comunicazione e di promozione del brand: nei giorni scorsi, infatti, è stato annunciato l'accordo con una nuova agenzia media globale, con Havas Media che ha superato diversi concorrenti, tra cui la Mec (la società che ha fornito i servizi negli ultimi anni). L'investimento in comunicazione di Michelin è stimato in circa 100 milioni di dollari a livello globale, e un milione dovrebbe essere destinato soltanto al mercato italiano.

Un milione per promuovere Michelin in Italia. Come spiegato dal brand francese, il primo compito della nuova agenzia media sarà quello di approfondire e migliorare la conoscenza del processo e dell’esperienza d’acquisto del consumatore, con l'obiettivo di sostenere Michelin nel “padroneggiare la comunicazione nell’era del digital”. A tal proposito, il direttore generale di Havas Group Dominique Delport ha commentato che “Michelin ha una vera passione per scoprire nuovi modi di lavorare per creare una visione positiva e sostenibile per il futuro”. Non resta che vederne le applicazioni e gli sviluppi.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it