Indietro

Mps, 650 dipendenti in meno entro aprile 2019

La banca senese e i sindacati hanno raggiunto un accordo sugli esuberi, come previsto dal piano di ristrutturazione. Gli esodi saranno tutti volontari

MILANO — Entro l'aprile del 2019 almeno 650 dipendenti del Monte dei Paschi lasceranno volontariamente il posto di lavoro: la banca e i sindacati hanno raggiunto un accordo sugli esuberi previsti dal piano di ristrutturazione dell'istituto. La notizia è stata diffusa dal Fabi, First Cisl, Cgil Fisac, uilca e Unisin. Nel 2017 furono 1.700 i lavoratori che lasciarono Mps. Entro il 2021 diventeranno 4.800.

"La nuova tranche di esodi avvine contestalmente al recupero della base di calcolo del trattamento di fine rapporto e del contributo aziendale alla previdenza complementare, prima congelati come ennesimo sacrificio offerto dai lavoratori al risanamento della banca - ha spiegato in una nota la Fist Cisl -  Vogliamo sperare che si tratti di una svolta".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 0620787048
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it