Indietro

Mattarella presidente, l'applauso della Toscana

Il tweet di Rossi: "Buon lavoro". A Prato suona la "Risorta" e Parrini celebra il "capolavoro di Renzi". A destra, invece, scatta la resa dei conti

FIRENZE — Un apprezzamento (quasi) unanime. Così la Toscana saluta l'elezione alla presidenza della Repubblica di Sergio Mattarella. Con gli esponenti nazionali e locali del Partito Democratico che plaudono alla scelta di Renzi e alla ritrovata (almeno in questa occasione) unità del partito e gli unici distinguo che arrivano da destra dove si comincia già a ragionare di possibili conseguenze sulle prossime elezioni regionali.

I commenti arrivano pressoché in tempo reale via social network e tra i primi ci sono il presidente della Regione e grande elettore Enrico Rossi (che twitta un semplice "Buon lavoro #MattarellaPresidente") e il segretario toscano del Pd Dario Parrini che sempre su Twitter scrive: "Mattarella Presidente. Un grande. Vittoria dell'Italia, del Parlamento, del Pd. E di Renzi, autore di un capolavoro politico".

Ai tanti deputati e senatori toscani così come ai membri di governo (col sottosegretario Erasmo D'Angelis che pubblica in maniera evocativa l'immagine dell'omicidio del fratello di Mattarella, Piersanti, ed evoca la "stagione di lotta di mafie ed ecomafie") si uniscono anche i sindaci con presidente e direttore di Anci Toscana, Sara Biagiotti e Simone Gheri secondo i quali Mattarella rappresenta "unità, storia e integrità del Paese".

Il primo cittadino di Firenze Dario Nardella dà il "benvenuto" al neopresidente aggiungendo che "Firenze ti saluta con gioia e fiducia", da Marco Filippeschi e dalla città di Pisa arrivano "le felicitazioni e gli auguri più calorosi al Presidente Sergio Mattarella" e il primo cittadino di Prato Matteo Biffoni si spinge anche un passo più in là, celebrando l'elezione col rintocco della "Risorta". "Non posso che fare miei migliori auguri di buon lavoro al nuovo Presidente della Repubblica - ha dichiarato Biffoni - Mattarella è un uomo di valore, saprà garantire le istituzioni e l'unità del Paese nel percorso delle riforme. Sono certo che anche il nuovo Presidente potrà essere per Prato un punto di riferimento, così come lo è stato Giorgio Napolitano - aggiunge il sindaco -, la nostra città deve restare al centro dell'attenzione delle istituzioni nazionali".

E ancora gli eurodeputati, a partire da Nicola Danti che parla di "un bel giorno per l'Italia, per la politica, per il PD" e Simona Bonafè che rivendica il lavoro del suo partito scrivendo che "la forza che non ha bisogno di decibel per imporsi".

Ma nel mare di congratulazioni, ci sono anche dei distinguo. Se da un lato Sel, con la senatrice fiorentina Alessia Petraglia, si congratula con Mattarella precisando però che "il giudizio su Renzi e il governo non cambiano", più critici sono invece le forze di opposizione che non hanno sostenuto Mattarella. Di fronte alle tensioni dentro Ncd e Forza Italia (per le quali si tratterà di verificare se e quali ripercussioni ci saranno anche in vista della elezioni regionali), il primo commento arriva dal consigliere regionale e candidato governatore di Fratelli d'Italia Giovanni Donzelli. Le sue parole sono la ripresa di quelle della segretaria nazionale Girgia Meloni e sono tranchant: "Il centrodestra è morto. In queste ore se ne celebra il funerale. Noi impegnati a ricostruire un'alternativa credibile…". E poi, ancora: "Mattarella non mi piace: è un dinosauro della politica e ha difeso le pensioni d'oro. Ma amo l'Italia e quindi spero sia un buon Presidente".

Sul fronte del M5S, invece, un invito al neopresidente arriva dal deputato fiorentino Alfonso Bonafede. "Al nuovo Presidente, indicato da un solo partito con un metodo autoritario e votato (al netto dei teatrini) da tutti i partiti della maggioranza governativa e del Nazareno (oltre che di Sel, desiderosa di tuffarsi nel mucchio), auguro di essere un Presidente capace, prima di tutto, di tutelare le minoranze. Indicato da Renzi per compattare un partito, Mattarella sappia invece ricomporre almeno le basi (fortemente in pericolo) della nostra democrazia".

Videogallery

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it