Indietro

Lastri non molla e rilancia. A sinistra

Dopo la rinuncia a ricandidarsi col Pd la consigliera regionale annuncia che farà comunque campagna elettorale. Ma (ancora) non svela con chi

FIRENZE — L'unica certezza, per adesso, è che non sarà ricandidata nelle liste del Pd "per ragioni politiche" dal momento che "non condivido quasi niente delle posizioni che questo partito ha assunto a livello nazionale e, di conseguenza, in vista della campagna elettorale a livello regionale".

Quel che resta da capire, invece, è con chi (e per chi) Daniela Lastri, consigliera regionale uscente dei democratici, affronterà la sfida elettorale di fine maggio e i mesi che seguiranno. "Rimarrò nella politica attiva - spiega - e non intendo farmi da parte anche in questa campagna elettorale. Parteciperò con le mie idee e con le mie proposte nelle occasioni che si presenteranno in questi mesi". 

Nomi non ne fa, ma è chiaro che l'orizzonte di riferimento regionale è rappresentato da Sel e dall'insieme di movimenti che si sono coalizzati a sinistra del Pd mentre quello nazionale è incarnato dalla "coesione sociale" di Landini. "Landini sta facendo qualcosa nel vuoto assoluto della sinistra di questo Paese ma non prendo impegni con nessuno - ha ripetuto più volte - Per ora non ho ricevuto proposte né ho l'obiettivo di candidarmi. E' però chiaro che su certi temi la discussione non può che essere fuori dal Pd perché all'interno non ci sono più spazi".

E a chi solleva il dubbio che la sua scelta sia stata dettata dalla "blindatura" del collegio fiorentino da parte dei renziani con la candidatura di Titta Meucci e Leonardo Bieber in aggiunta a Stefania Saccardi ed Eugenio Giani, lei risponde stizzita: "Come avrebbe detto D'Alema è una affermazione risibile. E' dal 1985 che partecipo alle elezioni e ho sempre raccolto tante preferenze. Se mi fossi candidata col Pd avrei avuto il 90% di possibilità di essere eletta ma non è una questione di volere il posto a tutti i costi. La mia è una decisione politica perché non posso mettere la faccia in qualcosa che non mi rappresenta più".

L'ultimo pensiero è infine a Rossi e alla coalizione che lo sosterrà. E anche in questo senso Lastri ha un sassolino da togliersi dalla scarpa. "Per la prima volta si è deciso di chiudere la coalizione alle altre forze della sinistra. Si è preferito invece scegliere una lista civica scolorita che dentro ha di tutto e di più. Ecco, anche su questo, io non ci sto".

Videogallery

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 0620787048
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it