Indietro

"Renzi ci vuol far fuori? Se lo tolga dalla testa"

Reazioni immediate all'invettiva del segretario nazionale contro "i vecchi dirigenti del partito dei reduci". D'Attorre: "Noi rimarremo nel Pd"

FIRENZE — Così il deputato bersaniano ha risposto all'Ansa in merito all'intervento di Matteo Renzi alla Leopolda, dove il premier ha annunciato dal palco: "Non consentiremo a certi dirigenti di riprendersi il partito e di riportarlo dal 41 al 25%".

"No so se Renzi auspica una rottura ma se spera questo se lo tolga dalla testa - ha replicato Alfredo D'Attorre - Noi rimarremo nel Pd per restituirgli la sua vocazione di grande partito della sinistra e per costruire un'alternativa nel Pd che possa affermarsi al prossimo congresso".

"Spero che, oltre a non avere un partito di reduci, non abbiamo un partito solo di amministratori delegati o di grandi finanzieri con residenze nei paradisi fiscali - ha commentato invece il delegato Pd Stefano Fassina all telecamere di Skytg24 - Mi stupisce sempre l'abilità del presidente del consiglio di evitare il merito dei problemi e di fare discorsi generici alla ricerca di nemici da dare in pasto all'opinione pubblica". ""Noi vogliamo correggere i provvedimenti del governo che non vanno a ridurre la precarietà - ha concluso Fassina - non abbiamo altri obiettivi. Se il presidente li ha è un problema per tutto il Pd non solo per la minoranza".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it