Indietro

La Cassazione annulla la ricusazione di Bouchard

La Corte ha accolto il ricorso della procura di Firenze contro la ricusazione del presidente del collegio nel processo per gli abusi al Forteto

ROMA — A presentare la richiesta di ricusazione erano stati l'estate scorsa i legali del principale imputato nel processo, Rodolfo Fiesoli, il fondatore della cooperativa Forteto  accusato di violenze e abusi sessuali nei confronti di alcuni dei ragazzi affidati alla stessa cooperativa dal Tribunale di Minori. Secondo gli avvocati di Fiesoli, il giudice Marco Bouchard, presidente del collegio giudicante, avrebbe rivolto durante il procedimento domande ai testimoni e agli imputati con toni e termini "anticipatori di un giudizio" di condanna.

La Corte di appello di Firenze aveva accolto la richiesta di Fiesoli il 25 Luglio scorso, scatenando reazioni a tutti i livelli, compresa quelladella procura generale fiorentina che, ritenendo infondate le motivazioni adella ricusazione,  aveva impugnato il provvedimento di fronte alla Cassazione.

Oggi la decisione della Corte che ha dato ragione ai magistrati fiorentini giudicando "inammissibile" la richiesta di ricusazione.  

Nel processo del Forteto, oltre a Fiesoli sono imputate altre 22 persone.

«L’accoglimento del ricorso contro la ricusazione del giudice Marco Bouchard è un passo di oggettività che, una volta tanto in questa orribile vicenda, procede nel senso dell’imparzialità e correttezza - ha commentato il consigliere regionale di Forza Italia Stefano Mugnai, presidente della commissione d'inchiesta del consiglio regionale sullo scandalo del Forteto -  E' stato messo un punto fermo sulla correttezza e l’integrità dell’intero procedimento giudiziario a carico di Fiesoli e dei suoi ‘pretoriani’ e restituisce, in parte, una scintilla di fiducia nelle vittime e presso l’opinione pubblica che, all’indomani dell’istanza di ricusazione, aveva rivolto appelli ai massimi rappresentanti della magistratura".

"Il pronunciamento della Corte dimostra che si sono persi inutilmente otto mesi - ha dichiarato Giovanni Donzelli, consigliere regionale di Fratelli d'Italia anche lui membro della commissione d'inchiesta consiliare - E' stato sprecato tempo prezioso che rischia di rednere più vicina la prescrizione per alcune delle vittime del Forteto che già dalla prossima estate potrebbero vedere compromessa ogni speranza di avere giustizia. Quanto è accaduto al giudice Bouchard è inconcepibile, la Corte di appello di Firenze ha commesso un errore di valutazione gravissimo le cui conseguenze potrebbero essere pesantissime. Non bisogna perdere altro tempo in modo che gli imputati possano finalmente affrontare il processo anzichè cercare di fuggire da esso".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 0620787048
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it