Indietro

Giustizia al collasso, la protesta dei magistrati

Il 22, 23 e 24 giugno l'Associazione Nazionale Magistrati ha sospeso a titolo dimostrativo le attività di indebita supplenza. Assemblee nei tribunali

FIRENZE — Durante la protesta indetta dall'assemblea generale dell'Anm, i magistrati impegnati nelle udienze hanno letto il comunicato presisposto dalla giunta esecutivadell'associazione per evidenziare le difficoltà del settore giustizia e le attività di supplenza svolte dalla magistratura per tamponare le carenze.

"L'Anm da lungo tempo denuncia la grave crisi di efficienza e di funzionalità in cui versa il sistema giudiziario italiano - ha spiegato la presidente di Anm Toscana, Laura Canova leggendo il comunicato - Una crisi di efficienza che si traduce in crisi di credibilità della giustizia, con gravi ricadute sul principio di legalità e di uguaglianza dei cittadini davanti alla legge. Tale situazione non è certo causata dall'inettitudine o dalla scarsa laboriosità dei magistrati ma da carenze organizzative, da gravi vuoti nell'organico del personale amministrativo, da un'innovazione tardiva e insufficiente, da una politica da troppo tempo disattenta ed incoerente nei settori della giustizia civile e penale".

Nel corso dell'assemblea che si è svolta nel Palazzo di Giustizia di Firenze il procuratore capo Giuseppe Creazzo ha dichiarato che la mobilitazione "riguarda l'efficienza del servizio, che non può passare attraverso riforme a costo zero o che complicano le cose invece di semplificarle".  

Le assemblee convocate dall'Anm sono state aperte a tutti i magistrati togati e onorari, al personale amministrativo e all'avvocatura. A quella di Firenze ha partecipato anche il presidente dell'ordine degli avvocati del capoluogo, Sergio Paparo. In alcuni uffici giudiziari sono stati installati anche dei contatori per la diffusione di dati relativi alla carenza di organico del personale amministrativo e giudiziario.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 0620787048
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it