Indietro

Olimpiadi 2032, la strategia di Firenze e Bologna

Ci sarebbe una strategia economica e sportiva già avviata dietro la proposta lanciata dal primo cittadino di Firenze che ha già raccolto adesioni

FIRENZE — Olimpiadi 2032 ai piedi dell'Appennino Tosco Emiliano. La proposta è stata lanciata dal sindaco di Firenze, Dario Nardella, durante un evento legato alla Città Metropolitana. Nardella ha parlato di "un asse" lungo l'Appennino che suona come una riscossa per "recuperare la candidatura sfumata" ed accendere la fiaccola sul caso Roma. La proposta non sarebbe una battuta di fine estate, ma un progetto già discusso con il sindaco di Bologna Virginio Merola e con la Regione Emilia Romagna. Il primo cittadino di Bologna ha raccolto l'assist ed ha rilanciato commentando "un'ottima idea" sulla quale il sindaco con delega allo sport sembra essere pronto a partire su un canovaccio già steso.

Intanto l'idea di ospitare le Olimpiadi 2032 fra Firenze e Bologna ha già raccolto le prime adesioni da parte delle categorie economiche.

“La buona politica è quella che quando fa scelte cerca non di guardare alle prossime elezioni ma alle prossime generazioni. Per questo la proposta ci piace e ci convince e per quello che ci riguarda siamo a disposizione di Palazzo Vecchio per dare il nostro sostegno nei modi che si riterrà è più opportuno” lo ha detto Alessandro Sorani, presidente di Confartigianato Firenze. “L'alleanza di Firenze con Bologna e più in generale della Toscana con l'Emilia Romagna - ha detto Sorani - è davvero la carta vincente per andare al confronto con il Comitato Olimpico Internazionale e riportare in Italia i Giochi Olimpici Estivi che ci mancano da 60 anni. Dalla nostra non abbiamo solo un patrimonio storico, artistico, culturale e ambientale imparagonabile, ma anche due centri di eccellenza per capacità produttive, attrattività, sostenibilità e efficienza amministrativa”.“Non mi stupisce quindi che il sindaco di Bologna Merola e anche il presidente dell'Emilia Romagna Bonaccini abbiano immediatamente compreso la portata della sfida lanciata da Nardella accettandola di buon grado. Perché è evidente che sarebbe una grande occasione di sviluppo per tutto il territorio e per le comunità e le imprese che vi vivono e vi operano” ha concluso Sorani.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 0620787048
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it