Indietro

Il patrimonio culturale strumento di dialogo

Il ministro Dario Franceschini a Firenze per visitare agli Uffizi la mostra "La tutela tricolore", organizzata con la collaborazione dei carabinieri

FIRENZE — Franceschini accompagnato dal direttore degli Uffizi Eike Schmidt e dal Comandante generale dell’Arma dei carabinieri, Tullio Del Sette ed il Comandante dei carabinieri tutela patrimonio culturale, Fabrizio Parrulli, ha visitato la mostra "La tutela tricolore. I custodi dell'identità culturale", allestita nell'Aula Magliabechiana delle Galleria.

L'Italia "sta trainando il più possibile" il testo di convenzione allo studio al Consiglio d'Europa per proteggere meglio i beni culturali, ha detto il ministro dei Beni culturali. "Quella convenzione, è a buon punto ed è davvero importante che a livello internazionale si intervenga con norme standard di alto livello per la tutela del patrimonio". "Nel frattempo - ha ricordato il ministro - noi abbiamo approvato in consiglio dei ministri un disegno di legge che ora è all'attenzione delle camere che introduce nuovi reati relativi ai beni culturali, anche il danneggiamento, aumenta le pene e ci mette ancora volta in una volta in una posizione avanzata".

In 48 anni di vita del comando dei carabinieri per la tutela artistica sono state recuperate tantissime opere sia con attività d'indagine sia ottenendo la restituzione di quelle trafugate illegittimamente attraverso l'acquisizione di informazioni così precise che sono state avanzate richieste assolutamente attendibili, ha detto il comandante generale dell'Arma dei carabinieri Tullio Del Sette che ha accompagnato il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini nella visita alla mostra.

Tra una foto e l'altra con gli studenti in visita agli Uffizi, il ministro ha poi parlato del valore della tutela del patrimonio culturale, anche in vista del G7 della cultura che si terrà a Firenze tra Palazzo Vecchio e Pitti il 30 e 31 marzo.

"Si tratta di una grande novità perché tra i G7 preparatori non c'è mai stato un G7 cultura", ha detto il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini. "E' stato introdotto per la prima volta e c'è stata un'accoglienza molto positiva da parte di tutti gli organismi internazionali, a cominciare dall'Unesco e dall'Unione europea", ha sottolineato Franceschini.

Il tema del principale del G7 sarà la tutela del patrimonio culturale e la cultura come strumento di dialogo. Il G7, secondo le prime indicazioni, interesserà più sedi: Palazzo Vecchio e Palazzo Pitti, ma i ministri saranno anche accompagnati al corridoio vasariano e agli Uffizi.

Nella mostra visitata da Dario Franceschini anche due opere opere ritrovate in Ucraina e rimpatriate il 22 dicembre scorso. Si tratta della Sacra Famiglia con una Santa di Andrea Mantegna e del Ritratto di giovane con disegno infantile di Giovanni Francesco Caroto.

Fotogallery

Videogallery


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it