Indietro

Ticket e prenotazioni, si fa tutto in farmacia

Accordo da sei milione in Regione per dotare le 1.200 farmacie toscane dei servizi Cup e attivazione di tessera sanitaria dopo la sperimentazione

FIRENZE — Nelle farmacie toscane ora si possono prenotare visite specialistiche, pagare il ticket e attivare la tessera sanitaria. Lo prevede l'accordo di collaborazione valido fino al 2020 firmato a Firenze da Regione Toscana, aziende sanitarie, Urtofar e Cispel Toscana. Sei milioni messi a disposizione dalla Regione per un servizio che dopo la fase sperimentale avviata nel luglio 2016 diventa sistema: sono già 900 le farmacie che hanno aderito su 1.200 presenti in tutta la Toscana, mille private e 200 pubbliche. Alla firma dell'accordo in Palazzo Strozzi Sacrati erano presenti l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi, i direttori delle tre aziende sanitarie, Emanuele Gori, direttore generale azienda Toscana centro, Letizia Casani, direttore amministrativo azienda Toscana nord ovest, Enrico Desideri direttore generale Toscana s ud est, il presidente dell'Urtofar Marco Nocentini Mungai, e Alessio Poli per la Cispel.

"Le farmacie svolgono un ruolo importante nella sanità toscana - ha detto l'assessore regionale al diritto alla salute Stefania Saccardi - Non solo per l'erogazione dei farmaci, ma come punto di riferimento per i cittadini per tutta una serie di servizi. Il sistema regionale delle farmacie è un partner sempre più importante della sanità pubblica.Questo accordo le coinvolge anche per servizi fondamentali come le prenotazioni Cup, il pagamento del ticket, l'attivazione della carta sanitaria elettronica". 

Per la prenotazione di esami e pagamento di ticket basta presentarsi in una delle farmacie aderenti con la ricetta o il promemoria del medico. Obiettivo, fare delle farmacie sia pubbliche che private un punto di riferimento per i cittadini ovunque in Toscana. Le Asl forniranno alle farmacie tutti gli strumenti necessari a erogare i servizi, compresa l'attivazione della tessera e del fascicolo sanitario elettronico. L'accordo stabilisce anche gli standard di erogazione dei servizi con modalità ben definite: minimo cinque ore al giorno per cinque giorni la settimana, distribuite tra mattina e pomeriggio

Intanto la Regione, ha detto l'assessore Saccardi, aumenterà le risorse a disposizione delle farmacie che si trovano in luoghi disagiati, dove i servizi sono erogati con maggiore difficoltà. "Presto - ha spiegato ancora Saccardi- porteremo in giunta un provvedimento per sostenere le farmacie in zone disagiate. Saranno 400mila euro invece dei 300mila  previsti. La presenza di una farmacia è un presid io della sanità pubblica nei luoghi più lontani e difficili".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it