Indietro

Rischio idraulico moderato, ora si può costruire

Il Consiglio regionale ha approvato nuove norme che autorizzano alcune tipologie di costruzioni anche nelle zone a rischio moderato di alluvione

FIRENZE — La Toscana ritocca la legge sul rischio idraulico approvata nel 2018 e apre la strada alla possibilità di realizzare alcuni interventi edilizi in zone a rischio moderato di alluvione

Nel rispetto della gestione del rischio idraulico, le nuove norme danno il via libera alle opere che consentono di raggiungere un livello di rischio almeno medio, il cosiddetto R2, quello cioè che ipotizza danni minori a edifici e infrastrutture senza pregiudicare l’incolumità delle persone, l’agibilità degli edifici e la funzionalità delle attività economiche.

In pratica la legge così modificata spiega meglio le opere che si possono realizzare nelle zone in questione, come lavori di sopraelevazione e interventi idraulici che assicurino l’assenza di allagamenti o ne riducano il rischio.

Le nuove norme intervengono anche sul patrimonio esistente per consentire incrementi volumetrici finalizzati a superare le barriere architettoniche e a modificare le condizioni sugli impianti per energia rinnovabile.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 0620787048
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it