Indietro

Integratori alla curcuma, quattro casi di epatite

Si tratta di epatite colestatica riconducibile al consumo degli integratori. Dieci casi in Italia. Attivato il Centro Regionale di Farmacovigilanza

FIRENZE — L'Istituto Superiore di Sanità ha segnalato a livello nazionale dieci casi di epatite colestatica acuta, quattro dei quali si sono registrati in Toscana, tutti risolti con esito favorevole. Si tratta di una patologia infettiva e non contagiosa riconducibile, si legge in una nota della Regione, al consumo di integratori alimentari a base di curcuma

Sul sito del ministero della Salute sono stati riportati i nomi dei prodotti e in alcuni casi anche i lotti implicati. Il ministero ha anche annunciato che sono in corso le necessarie verifiche delle autorità sanitarie. 

Sul caso, si legge sul sito della Regione, è già al lavoro il Centro Regionale Toscano di Farmacovigilanza che sta approfondendo lo studio di questi casi, in stretta collaborazione con il Centro di Riferimento Regionale Toscano per la Fitoterapia e con il Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute dell'Istituto Superiore di Sanità.

Allo stato attuale pare che i casi si siano verificati con prodotti di ditte differenti. Una delle ipotesi, dunque, è che questi possano essere stati realizzati con una materia prima comune contaminata con sostanze epatotossiche. 

Il suggerimento è di sospendere il consumo degli integratori alla curcuma in attesa di chiarimenti.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 0620787048
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it