Indietro

Nubifragi e grandinate, agricoltura in ginocchio

Una strada imbian

Il maltempo ha danneggiato le coltivazioni prossime alla raccolta, soprattutto in Lunigiana e Garfagnana. Coldiretti chiede lo stato di calamità

FIRENZE — Coldiretti lancia l'allarme sui danni irreparabili provocati nelle ultime settimane dal maltempo che ha colpito tutta la penisola, Toscana compresa.

"Piante sradicate, serre divelte, frutti come le pesche, le mele e i kiwi flagellati insieme a meloni e pomodori - scrive in una nota l'associazione di categoria - Campi allagati e piante di grano e mais stese a terra dalle tempeste di vento, dalle trombe d'aria e dai temporali. Dalla Puglia al Molise, dalla Toscana all'Umbria, dall'Abruzzo alle Marche, dall'Emilia Romagna al Veneto la grandine si è abbattuta con chicchi di dimensioni anomale che hanno provocato danni irreparabili mandando in fumo un anno di lavoro. E' necessario avviare le procedure per lo stato di calamità".

La Toscana è stata colpita dal maltempo a macchia di leopardo: dopo un mese di giugno fra i più secchi della storia, sono arrivate le piogge in un momento particolarmente delicato per le colture dei cereali, della verdura e della frutta vicine alla raccolta. Fra le zone più colpite la Lunigiana, la Garfagnana e le province di Pisa e Livorno.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 0620787048
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it