Indietro

Navigator in Toscana? Ecco cosa hanno fatto

Giusto il tempo di finire la formazione per affiancare i beneficiari del reddito di cittadinanza. Poi il Covid ha paralizzato i 152 navigator toscani

FIRENZE — Un anno dopo il concorso che li ha selezionati che fine hanno fatto i navigator toscani

Si tratta, lo ricordiamo, delle figure introdotte con il reddito di cittadinanza, per affiancare i centri dell’impiego nella ricerca del lavoro per chi beneficia del reddito. In tutta Italia sono 2.980 navigator, in Toscana sono 152

Mentre a livello nazionale si discute di “flop” o non “flop” dei navigator, per quanto riguarda la Toscana sarebbe più opportuno parlare di “prima e dopo il Covid”. Sì, perché a tarpare le ali a questa nuova figura è stato in primo luogo il coronavirus che ha paralizzato tutto, compresi i Centri per l’impiego. Abbiamo chiesto all’assessore regionale a istruzione, formazione, lavoro Cristina Grieco di far luce su cosa queste nuove figure hanno fatto in Toscana.

“Anzitutto è opportuno chiarire ancora una volta che i navigator sono stati contrattualizzati da Anpal (l’Agenzia Nazionale per le Politiche del Lavoro) e che un bilancio solo Anpal lo può fare. La Regione è intervenuta per  ritagliare loro un ruolo, cioè quello di fornire assistenza ai lavoratori dei Centri per l’impiego e fare da “fil rouge” con i beneficiari del reddito di cittadinanza: ogni navigator ha un “pacchetto” di un centinaio di beneficiari da seguire”. 

Cosa è successo dopo la loro assunzione?

“Hanno completato la loro formazione intorno alla fine del 2019 poi, quando il loro lavoro stava entrando nel vivo, è arrivato il Covid e si è fermato tutto: i Centri per l’impiego sono di nuovo operativi solo da una quindicina di giorni. Insomma, il lavoro sta ricominciando gradualmente”.

Tenuto presente che la Regione ha solo trovato una funzione ai navigator, è possibile esprimere un giudizio sul loro conto?

“In Regione Toscana non si può dire i navigator che non servano perché sono un punto di riferimento per chi percepisce il reddito di cittadinanza. Se non avessimo avuto il Covid ora avremmo potuto chiedere lo stato di attuazione del percorso di ciascun beneficiario e i navigator sarebbero stati sicuramente molto utili a scattarne una fotografia”. 

Insomma, sui navigator in Toscana giudizio ancora sospeso.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 0620787048
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it