Indietro

Lavoro nero e cucine nei Wc dei capannoni-alveari

Scoperte sette aziende d'abbigliamento irregolari fra Campi Bisenzio e Signa. In totale 53 operai non in regola, denunciati gli imprenditori

FIRENZE — Sette aziende irregolari su sette controllate in cinque capannoni-alveari fatiscenti, con 53 addetti non in regola su 62 impiegati, di origine cinese o pachistana, "intenti a lavorare in condizioni di particolare degrado, in ambienti privi di qualsiasi requisito di sicurezza", con cucine all'interno dei bagni. Questo il bilancio di un intervento delle Fiamme gialle del comando provinciale di Firenze, condotto con Asl e Ispettorato territoriale del lavoro a Sant'Angelo a Lecore, fra i comuni di Campi Bisenzio e Signa

Dei lavoratori controllati, 18 sono risultati irregolari, e 35 completamente privi di contratto di lavoro: fra questi ultimi, 23 sono risultati clandestini, e in quanto tali segnalati alla procura di Firenze, così come i cinque datori di lavoro. 

Per 6 ditte su 7 è stata disposta la sospensione dell'attività. Le sanzioni amministrative comminate ammontano a circa 250mila euro

La Guardia di finanza sta tuttora effettuando verifiche per ricostruire i rapporti commerciali delle ditte, terzisti nel campo dell'abbigliamento e della pelletteria, che producevano per aziende italiane.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it