Indietro

Gara del Tpl, si ricomincia da... metà

L'assessore Ceccarelli ha annunciato in Consiglio che sarà richiesto ai due concorrenti di ripresentare le offerte e i piani economico-finanziari

FIRENZE — E' approdata in Consiglio regionale l'annosa vicenda della gara bandita dalla giunta Rossi per affidare a un unico gestore il trasporto pubblico su gomma in tutta la Toscana. 

La gara si era conclusa nel novembre scorso con la vittoria di Autolinee Toscane, società del gruppo francese Ratp. Ma poche settimane fa il Tar ha annullato l'aggiudicazione, accogliendo sia un ricorso presentato dai perdenti, alcune aziende locali riunite nel consorzio Mobit (vedi articoli collegati), che un controricorso presentato dai vincitori. 

Per sbloccare la situazione, la Regione si trova quindi costretta a ripetere parte delle procedure di gara, come ha ribadito oggi in Consiglio l'assessore ai trasporti Vincenzo Ceccarelli.

"Abbiamo incaricato un gruppo tecnico-giuridico di analizzare la situazione e gli scenari seguiti alla sentenza del Tar - ha spiegato l'assessore - e il gruppo ci ha segnalato di procedere al rinnovo del solo segmento procedimentale della gara relativo alla documentazione e alla valutazione dei nuovi piani economico-finanziari".

"La scelta politica della giunta è stata quella di proseguire nell'iter della gara del Tpl - ha detto ancora Ceccarelli - Quindi richiederemo ai due concorrenti di confermare le offerte tecniche ed economiche e di presentare un nuovo piano economico-finanziario asseverato, corretto e rimodulato in coerenza con le indicazioni della sentenza del Tar".

Questo programma della giunta regionale potrebbe essere però rimesso in discussione qualora uno dei due concorrenti impugnasse la sentenza del Tar davanti al Consiglio di Stato. 

"Auspichiamo che si superi questa fase di conflittualità portata alle estreme conseguenze - ha concluso l'assessore - Conflittualità che, fino ad oggi, ci ha impedito di dare ai toscani il servizio che avremmo voluto. Se così non dovrà essere, vorrà dire che, per arrivare a una nuova aggiudicazione, dovremo attendere anche il giudizio del Consiglio di Stato, con un ulteriore allungamento dei tempi".

Videogallery

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it