Indietro

Centrodestra unito schiera i candidati sindaco

Trovato l'accordo fra Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia: Ubaldo Bocci correrà a Firenze, Daniele Spada a Prato e Andrea Romiti a Livorno

FIRENZE — Dopo mesi di confronti e tensioni, Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia hanno raggiunto un'intesa per schierare candidati a sindaco unitari alle prossime elezioni amministrative nei capoluoghi toscani che andranno al voto. Alla riunione del via libera definitivo hanno partecipato Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi. 

A Firenze il candidato a sindaco della coalizione del centrodestra è quindi il manager Ubaldo Bocci, 61 anni, consigliere di amministrazione della finanziaria Azimut capital management e molto conosciuto per il suo impegno nell'Unitalsi, l'associazione nazionale per il trasporto dei malati al santuario di Lourdes. La prima dichiarazione di Ubaldo Bocci dopo il via libera alla candidatura è stata netta: "Avevo detto centrodestra unito e così è stato. Primo obiettivo raggiunto". Lunedì prossimo Matteo Salvini sarà a Firenze proprio per lanciare la candidatura di Bocci a primo cittadino del capoluogo toscano. Bocci ha detto che le sue priorità sono la sicurezza, il decoro, il potenziamento dell'aeroporto di Peretola (vedi qui sopra la videointervista).

A Prato scenderà in campo il funzionario di Confcommercio Daniele Spada, 46 anni, ex consigliere comunale di Forza Italia.

A Livorno il sostegno del centrodestra si è concentrato su Andrea Romiti, 44 anni, coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia, ispettore di polizia, salito alla ribalta del web per aver annunciato la sua partecipazione al Forum mondiale della famiglia di Verona e aver così replicato a chi lo accusava di essere anti-gay: "Mia figlia è omosessuale. Voi di sinistra fate schifo e strumentalizzate la vita degli esseri umani per fini elettorali". La figlia di Romiti, Alice, ha 23 anni e studia all'Università. "Quando me lo ha detto? - ha scritto Romiti sul sito del parlamentare Giovanni Donzelli - Aveva 18 anni. Mia moglie ed io eravamo preoccupatissimi perché pensavamo che le piacesse un ragazzo che sospettavamo facesse uso di droghe leggere. La vedevamo sempre più agitata, un giorno ci ha detto: vi devo parlare". Invece ha esordito così: "Ti ricordi la mia amica? Ci siamo fidanzate". Per noi è stato un sollievo".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 0620787048
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it