Indietro

Bomba di Capodanno, Interno e Difesa parti civili

I due ministeri sono stati ammessi dalla Corte d’assise al processo per l’attentato anarchico in cui rimase gravemente ferito l’artificiere Mario Vece

FIRENZE — Il ministero dell'Interno e della Difesa sono stati ammessi come parti civili nel processo contro 39 anarchici imputati per diversi fatti riguardanti l'attentato alla libreria Il Bargello del 1 gennaio 2017. Parti civili si sono costituiti anche il sindacato di polizia Siulp, Casapound e la libreria stessa.

Nell’attentato è rimasto gravemente ferito l'artificiere di polizia Mario Vece che stava tentando di disinnescare l'ordigno. Il reato più grave tra quelli contestati agli imputati è appunto tentato omicidio. 

Durante l’udienza il presidente della Corte ha dovuto più volte richiamare all'ordine alcune decine di militanti di area anarchica che hanno gridato in aula per sostenere li imputati. Prossima udienza il 18 ottobre. 

Dopo l'udienza la protesta si è spostata davanti al carcere di Sollicciano dove è stato anche acceso un fumogeno.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it