Indietro

Appello per il Teatro stabile in carcere Volterra

Da anni laboratori, spettacoli e fondi, eppure questo esempio di rieducazione sociale non può essere trasformato in un teatro stabile. Raccolta firme

FIRENZE — I progetti ci sono, i fondi pure ma nel carcere modello di Volterra ancora non può essere realizzato il teatro stabile della compagnia della Fortezza che, da trent'anni, realizza nel penitenziario laboratori e spettacoli.

Un'esperienza di rieducazione sociale e di integrazione famosa in tutto il mondo

Questa mattina a Firenze si è tenuta la conferenza stampa organizzata dal garante toscano dei detenuti in Consiglio regionale per presentare i progetti del nuovo teatro e lanciare una raccolta di firme a sostegno dell'operazione. Erano presenti il garante Franco Corleone, il direttore artistico di VolterraTeatro Armando Punzo, Andrea Aleardi e Corrado Marcetti della Fondazione Michelucci, Antonio Fullone, provveditore dell'amministrazione penitenziaria toscana, Marco Guardabassi, provveditore alle opere pubbliche della Toscana ed Ettore Barletta, dirigente del dipartimento dell'amministrazione penitenziaria.

La raccolta di firme per realizzare il teatro stabile del carcere di Volterra è stata intitolata “Una scena di libertà atto secondo, il consenso cresce ma... aspettando Godot”.

Per la consigliera regionale pisana del Pd Alessandra Nardini, presente all'iniziativa con il collega Andrea Pieroni, si tratta di "una battaglia di cultura e civiltà"

"Sarebbe un regalo bellissimo - ha aggiunto Nardini - per il trentennale dell'esperienza della Compagnia della Fortezza. La compagnia teatrale del carcere volterrano in questi molti anni di attività ha svolto un lavoro straordinario sia dal punto di vista artistico, con produzioni di pregio e lo svolgimento di un'attività professionale, sia dal punto di vista sociale per il valore che ha un'esperienza di questo tipo che coinvolge detenuti".

Fotogallery

Videogallery

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 0620787048
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it