Indietro

Al ciclone Pieraccioni il Gonfalone d'argento

Consegnato il massimo riconoscimento del Consiglio regionale a Leonardo Pieraccioni, sul palco a Firenze tra battute su Renzi e la vittoria del No

FIRENZE — Dopo le chiavi della città di Firenze, consegnate anche a Carlo Conti e Giorgio Panariello, ecco un altro omaggio alla comicità toscana. Al Teatro della Compagnia a Firenze si sono festeggiati i primi venti anni del film "Il Ciclone", e il Consiglio regionale ha insignito Il regista e comico toscano Leonardo Pieraccioni con il Gonfalone d'argento, massimo riconoscimento dell'Assemblea regionale.

E non poteva non mancare la battuta sulla vittoria del No al referendum e sulle dimissioni di Matteo Renzi: "Il no al referendum mi ha rovinato almeno 10 minuti di cabaret nello spettacolo con Conti e Panariello, ora devo cambiare le battute e tornare su Craxi e Berlusconi. L''unica che tengo è quella su Renzi che ha una marcia in più e non gli è entrata", ha detto Leonardo Pieraccioni.

A consegnare il premio il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, che ha detto: “Ci è sembrato giusto assegnare a Leonardo Pieraccioni il massimo riconoscimento del Consiglio regionale, l’omaggio della comunità a vent’anni dal ‘Ciclone’, il film che ha fatto epoca – ha detto il presidente Eugenio Giani –, ha segnato la storia del cinema, ha portato il tipico carattere e lo spirito dei fiorentini e dei toscani in tutte le sale cinematografiche del mondo". 

Dopo qualche battuta dal palco, in stile tutto toscano, è stato proiettato il documentario ‘Il Ciclone… oggi – ricordi e ritagli di un film evento”, di Bruno Santini e Leonardo Scucchi.

Il documentario, destinato alla Home Video, torna nei luoghi delle riprese e fa ritrovare gli artefici e gli interpreti di quel successo, con aneddoti, retroscena, immagini che fanno parte del ‘girato’ del film e due inediti. 

"Dopo venti anni - ha detto il Pieraccioni - mi rendo conto che questo film è davvero piaciuto in tutta Italia e ringrazio tutti per le celebrazioni a partire dalla proiezione in Santo Spirito del Ciclone a quella di questa sera con un bellissimo documentario". 

Sulla sua partecipazione a Sanremo il regista e attore toscano ha detto scherzosamente "non ci vado a Sanremo, c'è Carlo Conti e per protesta guardo Canale 5. E' dappertutto, voglio fondare un movimento contro lo strapotere di Conti". 

Sul suo nuovo film Pieraccioni non parla: spiritosamente ha detto che "sarà un film su un devoto di Padre Pio interpretato da Massimo Ceccherini".

C'è stato anche un momento di solidarietà, Leonardo Pieraccioni ha presentato anche il calendiario 2017 di Cure2Children, la Onlus che promuove la cura dei bambini affetti da malattie oncologiche. Testimonial del calendario Leonardo Pieraccioni, Carlo Conti e Giorgio Panariello.

Fotogallery

Videogallery

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it