Indietro

Politiche 2018, 21 collegi uninominali in Toscana

Li prevede il decreto che fissa i collegi elettorali in base al Rosatellum bis. Renzi ironizza su quelli toscani. Il portavoce: “Scherzava” - TABELLE

FIRENZE — Alla Camera quattordici collegi uninominali, al Senato sette: sono questi i confini previsti per la competizione elettorale in Toscana alle politiche del 2018 secondo i dettami della nuova legge elettorale, il Rosatellum bis. 

Il relativo decreto legislativo, predisposto da una commissione tecnica guidata dal presidente dell’Istat e recepito senza variazioni dal governo, è stato trasmesso al Parlamento dalla ministra Anna Finocchiaro. Le commissioni affari costituzionali di Camera e Senato dovranno pronunciare un parere entro il 9 dicembre.

Stando al testo attuale del decreto - vedi le tabelle allegate - considerando anche coloro che saranno eletti in base al sistema proporzionale, la Toscana eleggerà complessivamente 56 parlamentari, di cui 38 saranno deputati e 18 senatori. 

Alla Camera i 24 seggi nella parte proporzionale saranno assegnati nei quattro collegi plurinominali:

- Toscana 1 (formato dai collegi uninominali di Carrara, Lucca e Pistoia),

- Toscana 2 (Pisa, Livorno, Poggibonsi ed Empoli),

Toscana 3 (Prato, Firenze Nord, Firenze-Scandicci e Sesto Fiorentino),

Toscana 4 (Arezzo, Siena e Grosseto). 

Nel caso del Senato i sette collegi uninominali sono:

- Toscana 1 (Firenze Nord e Firenze Scandicci), 

- Toscana 2 (Sesto Fiorentino e Empoli), 

- Toscana 3 (Prato e Pistoia),

- Toscana 4 (Arezzo-Siena), 

- Toscana 5 (Carrara e Lucca), 

- Toscana 6 (Pisa e Pontedera), 

- Toscana 7 (Livorno e Grosseto). 

Sempre per il Senato ci sono due collegi plurinominali: 

- Toscana 1 con sei seggi  (Firenze Nord, Firenze Scandicci, Sesto Fiorentino, Empoli, Prato, Pistoia, Carrara e Lucca) con 6 seggi; 

- Toscana 2 con cinque seggi (Arezzo, Pisa, Pontedera, Siena, Livorno e Grosseto).

Sulla questione dei collegi oggi Il segretario del Pd Matteo Renzi ha dichiarato ai giornalisti che lo hanno accompagnato in treno in varie città: “I nuovi collegi sono stati disegnati dall’Istat in modo meraviglioso”. “Vi rendete conto che il collegio di Rignano è nel collegio plurinominale di Livorno? Comodo, no? - ha detto Renzi - Se mi candido a Rignano sono capolista a Livorno, è meraviglioso. L’Istat ha attaccato Rignano a Livorno anzichè a Firenze”. 

Le parole di Renzi hanno innescato le critiche di Forza Italia e Renato Brunetta ha sollecitato gli avversari del Pd ad attenersi al lavoro della commissione tecnica.

In serata il portavoce di Renzi, Marco Agnoletti, ha precisato che il segretario del Pd aveva solo scherzato.

“Quella sui collegi elettorali era semplicemente una battuta ironica - ha detto Agnoletti - Altre letture o interpretazioni sono assolutamente destituite di fondamento”.

Anche il capogruppo del Pd Ettore Rosato ha gettato acqua sul fuoco: “Quella di Renzi era una battuta - ha ribadito Rosato - il Pd lavorerà sui collegi con gli altri partiti a cominciare da quelli con cui ha approvato la legge elettorale”.


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it