Indietro

Buongiorno Livorno, in due mollano Nogarin

Giovanna Cepparello e Andrea Raspanti

Andrea Raspanti e Giovanna Cepparello hanno deciso di lasciare la lista civica che appoggia il sindaco M5S: "Pronti a votare la mozione di sfiducia"

LIVORNO — Al ballottaggio delle amministrative 2014 la lista Buongiorno Livorno fu determinante per eleggere il primo sindaco toscano del Movimento 5 Stelle, Filippo Nogarin, oltretutto nella città in cui era stato fondato, nel 1921, il Pattito Comunista.

Due anni dopo, due dei tre consiglieri comunali eletti, l'ex candidato sindaco Andrea Raspanti e l'ex presidente del Consiglio comunale Giovanna Cepparello, hanno deciso di abbandonare Buongiorno Livorno, passando nella fila dell'opposizione e annunciando la costituzione di una "coalizione di centrosinistra".

E così, a sostenere in Consiglio le sorti del sindaco Nogarin e della giunta pentastellata è rimasto per conto della lista solo Marco Bruciati. In tutto sono 18 voti (Nogarin, 16 consiglieri M5S più Bruciati) contro i 15 della sempre più nutrita opposizione.

"Non ci sentiamo più a casa e siamo pronti a votare una mozione di sfiducia verso il sindaco e la giunta - hanno spiegato Raspanti e Cepparello in una conferenza stampa - Ora c'è un giudizio diverso rispetto all'orientamento espresso al ballottaggio. Il Movimento 5 Stelle non si è dimostrato all'altezza del rischio che era necessario prendersi, non ha più niente da dare a questa città. Nogarin aveva il ruolo di riunificarla, risollevarla economicamente, mettere a frutto le energie soffocate dal Pd e invece ha fallito".

Neanche a dirlo, la decisione di Cepparelli e Raspanti è stata accolta con soddisfazione in casa Pd, in questi giorni di risultati elettorali deludenti e di ballottaggi ad altissima tensione.

“Per Nogarin è un vero e proprio avviso di sfratto - ha commentato la sottosegretaria all'ambiente Silvia Velo - anche chi, come Buongiorno Livorno, in questi anni si è avvicinato al progetto di governo dei 5 stelle, è rimasto scottato. Il fallimento dell’amministrazione Nogarin è sotto gli occhi di tutti. Basti pensare alla pessima gestione del caso Aamps, alla visione medioevale dell’amministrazione su due progetti fondamentali per Livorno come il nuovo ospedale e la Darsena Europa, all’illusione del falso del reddito di cittadinanza e alle bizzarre proposte come quella di costruire una funivia che collega la stazione al porto".

"Le dimissioni da Buongiorno Livorno di Andrea Raspanti e Giovanna Cepparello sono un atto di grande coraggio personale e un segnale di valore nazionale sul fallimento dei Cinque Stelle alla prova concreta dell’amministrazione delle città - ha dichiarato il deputato livornese del Pd, Andrea Romano - Livorno e i livornesi meritano di più del disastro messo in piedi da una giunta incompetente, faziosa e incapace di ascoltare la città e le sue energie migliori".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it