Indietro

LEGALITÀ E NON SOLO — il Blog di Salvatore Calleri

Salvatore Calleri

Salvatore Calleri (1966) è nato a Catania e vive sin da piccolo a Firenze. Laureato in giurisprudenza nel 1991 ha conosciuto Antonino Caponnetto con il quale ha collaborato strettamente fino al 2002, anno della sua morte. Esperto di lotta alla mafia, analista nel campo della sicurezza e della criminalità organizzata internazionale è presidente della Fondazione Caponnetto e consigliere della Fondazione Pertini. Di entrambe ha ispirato la nascita. Coordina l'Omcom (Osservatorio Mediterraneo Criminalità Organizzata e Mafia) è ideologo del Progetto Tulipani Rossi verso gli Stati Uniti d'Europa.

Il luogo comune che la mafia non spara più

. — In modo superficiale oggi in molti ritengono che la mafia moderna, a differenza di quella antica, non spari più perché dedita solo agli affari. Errore grave. La mafia non ha mai smesso di sparare o di fare e preparare attentati, o al momento giusto di vendicarsi. La mafia non dimentica anche a distanza di anni, come tristemente mostra la vicenda di Marcello Bruzzese, fratello di un collaboratore di giustizia, ucciso a Pesaro la notte di Natale 2018. Vanno letti così l'attentato subito da Giuseppe Antoci -l'ex presidente del Parco dei Nebrodi- e quello preparato per il giornalista Paolo Borrometi, o le frasi raffinate rivolte dal boss Giuseppe Graviano contro il senatore Mario Michele Giarrusso. La mafia spara da sempre, spara per utilità. Uccide per utilità. Minaccia per utilità. Chi cade nel luogo comune tende a sottovalutare il fenomeno. Sotto la sua giacca e la sua cravatta la mafia moderna nasconde le proprie armi.

Luogo comune tratto dal libro "Manuale di sopravvivenza (alla mafia)" di Salvatore Calleri. Diple Edizioni

Salvatore Calleri

Articoli dal Blog “Legalità e non solo” di Salvatore Calleri

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 0620787048
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it