Indietro

Addio Angelillo, l’angelo dalla faccia sporca

Attaccante di Inter, Roma e Milan, fu primatista di reti segnate in serie A a 18 squadre. Guidò l’Arezzo della promozione in B

AREZZO — E' morto all’ospedale Le Scotte di Siena Antonio Valentin Angelillo, ex attaccante di Inter, Roma e Milan, e primatista di reti segnate in un campionato di serie A a 18 squadre, con 33 gol. 

Il decesso è avvenuto venerdì scorso, 5 gennaio, ma la notizia era stata tenuta nascosta per volere della famiglia. 

L'ex 'angelo dalla faccia sporca' della nazionale argentina, che viveva da anni ad Arezzo, era arrivato al pronto soccorso del policlinico il 3 gennaio ed era rimasto ricoverato nella struttura. Aveva 80 anni.

Angelillo, naturalizzato italiano grazie alle origini lucane del nonno, era nato a Buenos Aires, 5 settembre 1937.

Nell'estate 1957 l'arrivo in Italia, all'Inter. Chiusa la carriera di calciatore, dopo aver vinto anche uno scudetto con il Milan dove era arrivato nel 1965, aveva iniziato quella di allenatore: proprio con l'Arezzo, la città toscana dove viveva, ottenne i maggiori risultati vincendo una coppa Italia di C e portando gli amaranto in serie B. 

Da Arezzo, quando aveva chiuso anche come tecnico, Angelillo aveva lavorato come osservatore per l'Inter: a lui si deve, tra l'altro, l'arrivo di Javier Zanetti in nerazzurro.


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. TOSCANA MEDIA NEWS quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5865 del 8.03.2012. Direttore responsabile Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it